Vieni a me e come me
dal grembo di Salacia.
Mi porti onde bianche
a coprire le rovine di ieri
e fuochi verdi a lambire
ossessioni di domani.
E' per quel colore terrestre
che ci comprendiamo
e respiriamo.
E nel mischiarci
non c'è timore di fondersi
nella dolcezza,
ma candore salato
sulla scogliera che canta di noi.

© LG. 633/1941

© Copyright testo 2018

Ogni Diritto riservato all'Autrice