SCRIVIMI

Scrivimi la notte
quando ti avvolge più nera.
Scrivimi dei tuoi sogni
anche se sono una chimera.

Scrivimi il giorno
quando del lavoro sei stanco.
Scrivimi dei tuoi successi
ma, soprattutto, quando sei affranto.

Scrivimi oggi, domani.
Sempre.
Scrivimi quando l'immagine di noi
non abiterà più la tua mente.


ASCOLTAMI.

Le parole sono lame taglienti
se pronunciate con la ragione
e non col cuore.
Rendono sanguinante l'anima
innamorata che nei giorni a venire
vagherà sconsolata.

© LG. 633/1941

© Copyright testo 2016

Ogni Diritto riservato all'Autrice

dittico