Andavo raccogliendo una notte
le confessioni di un Noè col cuore di vino.
Dalla mente cascavano goccia a goccia
come il sangue di Bacco
pensieri che distillava in parole.
Cercava la pace tra gli acini
e il modo di ascoltare la terra,
di sentirla e presentirla.
La moglie se n’era andata portandosi
la conoscenza, l’amore e la riconoscenza.
Cercava il cammino che lo conducesse a lei
coi suoi occhi rurali
nascosti nei solchi del tempo;
e alternava trincee di silenzi
a memorandum della tradizione della Japigia.
(vissuta) (raccontata) (amata)

Nella continuità della bellezza
del loro primo bacio,
disprezzò la guerra che cantò sul sangue
e beveva come si bevono l’aria e l’acqua.
Assaporava l’ultimo effluvio,
e tra le false promesse del vino,
l’unica verità:
il fermento è uno solo e dura tutta la vita.

© LG. 633/1941

© Copyright testo 2017

Ogni Diritto riservato all'Autrice

logo