APPASSIRE

Ah Fato, maledetto e beffardo!
Come posso volgere
al venturo il mio guardo
se i pensieri sono assediati
dalla bellezza che
ci avvolgeva ieri?
Hai svegliato la lacrima
che prima dormiva indifferente.
Dimmi, Lui con quale inganno
cattura oggi
la mia forbita mente?
Alle visioni di una
ormai sepolta gioia,
preferirei la condanna
per mano di un allegro boia.

© LG. 633/1941

© Copyright testo 2016

Ogni Diritto riservato all'Autrice

rosa