terra

Terra

Posted on by Fabiana Agnello

Per quanto lontano io possa andare è alla Messapia che voglio poter tornare. Il corpo è fatto di crepuscolo marino, di chiarore color del grano e vigne arrossite al sole ottobrino. Ti ho scoperto da bambina toccandoti organico e minerale, catena della fecondazione degli alberi di olivo. Gocce d’argento secolari forgiate dalla lancia di Atena, portate in volo dai colombi per la pace terrena. Il contadino ti prepara ventre del meridione per portare sulle tavole le delizie della tradizione....
Continua...

Dare

Posted on by Fabiana Agnello

La notte ti darò una coperta di stelle che illumina le stanze buie della tua anima e sogni di fiori che si nutrono d'amore. Di giorno mangerai la dolcezza di un grappolo d'uva e troverai un porto sicuro dove ormeggiare le paure. Se non mi senti sussurrerò il nome tra le fessure della tua bellezza e quando ci incontreremo prenderò il posto della chiazza di sole sul braccio. Riverserò il mio sapore nelle tue vene, tu metterai radici nella mia...
Continua...

La pioggia che respiri

Posted on by Fabiana Agnello

E quando pioverà ti ricorderai di me che inspirando profondamente dissi "Adoro l'odore della terra e dell'asfalto bagnato". Mi guardasti, sorridesti e mi accarezzasti la guancia. Poi piovve un altro giorno e mi telefonasti dall'auto e con tono pacato dicesti "Mi sono fermato, ho abbassato il finestrino e ho respirato la pioggia. E Te. Ho scoperto che piace anche a me l'odore della terra e dell'asfalto bagnato. © LG. 633/1941 © Copyright testo 2015 Ogni Diritto riservato all'Autrice...
Continua...